10 Anni di INTRAMOENIA EXTRART

INTRAMOENIA EXTRA ART ha compiuto 10 anni. ECLETTICA_CULTURA DELL'ARTE e la curatrice Giusy Caroppo, con il supporto tecnico di Romano Exhibit, hanno invitato al Teatro Margherita di Bari, con protagonisti, rappresentanti istituzionali e collaboratori - tra ricordi, confronti, aneddoti, immagini, suoni, performance - è stata l'occasione per approfondire i punti di forza del "modello di museo temporaneo difuso" che, partito dalla Puglia, ha conquistato l'Europa.

CASA FUTURA PIETRA

CASA FUTURA PIETRA è stato presentato al MEDIMEX a novembre 2015. Nell'Area Archeologica Dolmen La Chianca di Bisceglie, complesso preistorico immerso nella suggestiva campagna pugliese, si è svolto il "Concerto preistorico" di ALVIN CURRAN - organizzato in collaborazione con RAM radioartemobile - a inaugurare CASA FUTURA PIETRA, che nasce dall'incontro tra Giusy Caroppo, curatore generale di INTRAMOENIA EXTRA ART, e Tommaso Martimucci, architetto antropologo, guarda alla pietra e al processo di antropizzazione del territorio, scegliendo come luogo d'elezione la Puglia, nel Sud Italia.

PALAZZO TUPPUTI
Il Rinascimentale Palazzo Tupputi a Bisceglie, dopo un attento restauro finanziato dal Bando Musei della Regione Puglia, è stato restituito nella sua interezza alla città, in occasione dell'inaugurazione dell'ultima tappa di CASA FUTURA PIETRA, decima edizione di INTRAMOENIA EXTRA ART, progetto promosso dalla Regione Puglia e sostenuto dal Comune di Bisceglie, con la collaborazione della Soprintendenza Archeologia della Puglia.
Ad accompagnare il pubblico sono stati Francesco Spina, Sindaco della Città di Bisceglie, Loredana Capone, Assessore all'Industria Turistica e Culturale della Regione Puglia, i curatori e gli artisti.

SERGIO RECANATI

[VLEN] ideato, diretto e interpretato da Sergio Racanati,
è stato il quarto appuntamento di CASA FUTURA PIETRA, dopo il Concerto preistorico di Alvin Curran al Dolmen La Chianca di Bisceglie, la performance Territori#2 di Filippo Berta e l’intervento sonoro e istallativo di Vito Maiullari alla Cava dei Dinosauri di Altamura. La sintesi di [VLEN] sarà esposta nella collettiva nel Palazzo Tupputi, a Bisceglie, che chiuderà nel gennaio 2016 CASA FUTURA PIETRA .

Dopo il concerto preistorico di Alvin Curran al Dolmen di Bisceglie, le azioni si sono spostate nella Cava dei Dinosauri di Altamura, dove il testimone è stato raccolto da due artisti dalla formazione e dai linguaggi differenti: Filippo Berta e Vito Maiullari.

HOLY ADRIATIC

holy adriatic Intramoenia Extra Art ha presentato ad Aprile 2014, Paolo Consorti, tappa del ciclo intitolata "Rebellio Patroni" in cui la storia dei santi è proiettata nel quotidiano ed il loro operato e la loro iconografia vengono riletti attraverso un arte fuori dagli schemi.

watershed


Esperienza iniziata nel 2005 in Puglia e attualmente estesa in Europa col titolo di "WATERSHED", è stata inserita nel volume-ricerca " I Luoghi del Contemporaneo"

Primo in graduatoria nel programma cultura 2012 dell' UE, Mercoledì 23 maggio a Bruxelles è stato presentato questo nuovo progetto che contribuirà alla cooperazione culturale a livello europeo attraverso la moltiplicazione di iniziative similiagli eventi già trascorsi nella Terra di Puglia.

International Challenges
Con la Regione Puglia all'Expo Shanghai 2010
Con la Fondazione Museo Pino Pascali nell'Evento Collaterale della 54 Biennale di Venezia 2011 "Pino ritorno a Venezia/Puglia Arte Contemporanea"

Cosa dicono di noi
Recensioni e interviste

INTRAMOENIA EXTRART - CASTELLI DI PUGLIA


Castel del Monte - 2005

Daunia - 2006

Barletta - 2009

 

 

 

 

 

UN BRAND DI SUCCESSO, TUTTO PUGLIESE

INTRAMOENIAEXTRA ART è modello di "museo temporaneo diffuso" prodotto da ECLETTICA_CULTURA DELL'ARTE, associazione culturale con sede a Barletta e ideato e curato da GIUSY CAROPPO, storica dell'arte, esperta di arti visive e performative contemporanee.
Fin dalla prima edizione (2015) il progetto si è avvalso del sostegno della Regione Puglia, grazie alla condivisione dell'Assessorato al Mediteranneo Cultura e Turismo, partecipando al Bando Attività Culturali. È stato quindi inserito tra le iniziative di diretta "promozione" dalla Regione, ovvero considerate strategiche rispetto agli obiettivi regionali da raggiungere. Fondamentale è stata la partnership della Direzione regionale (oggi Segretariato regionale) dei Beni Culturali e delle Soprintendenze.
Nel corso dei 10 anni di attività, i finanziamenti ricevuti sono variati dai 110.000 euro ai circa 30.000 in relazione alla portata del progetto; un progetto che si è avvalso anche di altri contributi pubblici, privati e diretti europei, per mostre di produzione del costo variabile tra i 50.000 e i 280.000 euro, prevalentemente dislocate in luoghi differenti, messi in rete tra loro e spesso aperti per la prima volta dopo lunghi restauri.
INTRAMOENIA nei primi 5 anni di attività (2005-2010, con le edizioni di Castel del Monte; Castelli della Daunia; Castelli del Salento ( Il Gran tour della meravigia); Castelli in Terra di Bari e Barletta ( Il Terzo Paradiso a Bari + On the ground - Underground a Barletta); Castelli in Terra di Brindisi e Taranto (Miraggi) e nel 2014 con Holy Adriatic al Teatro Margherita a Bari, ha valorizzato a fini turistico-culturali i castelli federiciani, aragonesi ed angioini, palazzi nobiliari e altri siti della Puglia, resi disponibili dalla Direzione Regionale dei Beni Culturali e Paesaggistici, da Comuni e Province, ha animato piccoli borghi decentrati, esaltato siti poco conosciuti o inaccessibili, accogliendo l'arte contemporanea in un'ottica <<multiculturale, multimediale e transnazionale>> come affermato da Achille Bonito Oliva, direttore scientifico delle prime edizioni.
Ha proseguito la programmazione diversificando le iniziative e, nei 10 anni di attività, INTRAMOENIA EXTRA ART è diventato un brand ad alta riconoscibilità nel panorama culturale nazionale e internazionale, atto a trasmettere il senso del "genius loci" della terra che lo accoglie. Il dialogo fra artisti italiani e stranieri e fra questi ultimi, la popolazione locale e i turisti-visitatori, ha contribuito alla comprensione della cultura della Puglia quale terra di creatività e luogo di incontro ed accoglienza di culture differenti.
Per questo si è guadagnata la partecipazione di un centinaio di artisti di tutti i linguaggi espressivi, anche di calibro internazionale, con un'attenzione particolare alla valorizzazione degli emergenti e consolidati locali (Jan Fabre, Bill Viola, Pedro Cabrita Reis, Enzo Cucchi, M. T. Hincapie De Zuluaga, Braco Dimitrijevic, Luigi Ontani, Oliviero Toscani, Mimmo Paladino, Anish Kapoor, Michelangelo Pistoletto e Gianna Nannini con "IL TERZO PARADISO", Luca Maria Patella, Vettor Pisani, la voce di Gino De Dominicis, El Anatsui, Ernesto Neto, AES+F group, Sisley Xhafa, Gao Brothers, Michal Rovner, Andrei Molodkin, Victoria Vesna, Maja Bajevic, Betty Bee, Matteo Basilè, Gints Gabrans, Eduardo Kac, Adrian Tranquilli, H.H. Lim, Moataz Nasr, Bigert&Bergstroem, Virginia Ryan, Baldo Diodato, Innocente, Maurizio Cannavacciuolo, Ileana Florescu, Maria Cristina Crespo, Gregorio Botta, Cesare Pietroiusti; gli emergenti Botto e Bruno, Luisa Rabbia, Perino e Vele, Elisabetta Benassi, ConiglioViola, Luca Pignatelli, Loris Cecchini, Paolo Chiasera, Alessandro Palmigiani, Stefano Cagol, David Claerbout, Corpicrudi, Pippa Bacca e Silvia Moro, Bernardita Rakos, Gaia Scaramella; gli artisti pugliesi Sarah Ciracì, Francesco Schiavulli, Francesco Arena, Pietro Capogrosso, DUENUOVI Two &New Born, Compagnia delle Formiche/Teatro dei Borgia, Pino Pipoli, Franco Dellerba, Annalisa Pintucci, Tullio De Gennaro, Massimo Ruiu, Michele Carone, Iginio Iurilli, Ada Costa, Giulio De Mitri, Guillermina De Gennaro, Daniela Corbascio, Luigi Presicce, giovani writers.), e la partnership di istituzioni di grande prestigio quali, tra le altre, CITTADELLARTE-FONDAZIONE PISTOLETTO, TRUBLEYN-JAN FABRE, RAM radioartemobile, NIOarchitecten di Amsterdam, STUDIO BILL VIOLA, STUDIO KAPOOR, GALLERIA CONTINUA, FONDAZIONE MORRA, FONDAZIONE MAXXI.
INTRAMOENIA EXTRA ART è stata, ed è considerata, un'officina di innovazione sul territorio anche nazionale e internazionale che sposa il concetto arte - turismo - economia trascinando nella sua dimensione una grande varietà di figure professionali delle industrie creative. L'ampia durata del progetto ha generato un sistema di network fra istituzioni pubbliche, amministrazioni locali, centri culturali e imprenditoria privata. Una formula vincente, con al centro la Regione Puglia, per una offerta culturale che ha registrato un incremento di visitatori nei siti interessati dalle mostre che va dal 40% in bassa stagione al 70%in alta stagione, avendo il progetto avuto attenzione per la "destagionalizzazione" nella programmazione degli eventi.
Prodotto da ECLETTICA CULTURA DELL'ARTE, associazione non profit con sede in Puglia che, con il suo staff giovane e le versatili figure professionali, ha permesso l'ottimizzazione dei processi organizzativi portando ad un considerevole contenimento dei costi di produzione e realizzazione.
L'ottica internazionale di INTRAMOENIA EXTRA ART ha consentito di raggiungere gli obiettivi programmatici regionali e internazionali.
Ha partecipato con alcune opere prodotte nelle prime cinque edizioni alla 54° Biennale di Venezia nell'ambito dell'evento collaterale PINO PASCALI. RITORNO A VENEZIA/PUGLIA ARTE CONTEMPORANEA con la Fondazione Museo Pino Pascali (2011).
È risultato primo assoluto al PROGRAMMA CULTURA DELLA COMMISSIONE EUROPEA con il progetto "WATERSHED" (2012/13) - avviando un dibattito di riflessione e sensibilizzazione dell'opinione pubblica su tematiche contemporanee globali.
Nel 2012 è inserito, come format sostenibile di "museo temporaneo diffuso", nella pubblicazione "I luoghi del Contemporaneo" pubblicata dal MIBACT.
È stato selezionato anche tra i migliori 15 progetti di promozione del territorio dal Premio FEDERCULTURE "Cultura+Impresa" nel 2015.
L''Associazione ECLETTICA, così come il curatore, la storica dell'arte GIUSY CAROPPO, è aderente al DISTRETTO PRODUTTIVO PUGLIA CREATIVA dalla sua costituzione, dando un contributo significativo al settore culturale e creativo, per la Puglia e l'Italia intera: in una recente ricerca, il peso maggiore in ambito regionale al settore "Performing arts e arti visive" lo dà la provincia Barletta-Andria-Trani (territorio della sede legale e operativa dell'associazione) e, tra i vari comparti, la posizione migliore occupata dalla Puglia, in ambito nazionale, è nel settore "Performing arts e arti visive", il settore in cui opera Eclettica_Cultura dell'Arte.

SCARICA IL FORMATO PDF

 

Eclettica_Cultura dell'Arte © 2012